• La maratona di solidarietà per Amy: la cagnetta colpita a martellate sulla testa

    amy- enpa

    Amy, la cagnetta ritrovata sulla strada per Cercemaggiore

    FABIANA ABBAZIA

    Una segnalazione e subito la corsa per salvare un altro amico a quattro zampe. I volontari dell’Ente Nazionale Protezione Animali, della sezione di Campobasso, sono abituati a fare in fretta con l’obiettivo di alleviare nel più breve tempo possibile la sofferenza di chi sempre più frequentemente non ha diritti. Ma alla brutalità degli uomini e alla furia con la quale troppo spesso si scagliano contro chi non può difendersi, davvero non si abitueranno mai.

    Una telefonata come tante altre, ieri mattina, porta così Alessandra e la sua collega Maura sulla strada che conduce a Cercemaggiore. Sotto al guardrail un piccolo corpicino. Esanime, con una profonda ferita sulla testa. Talmente profonda da non poter essere nemmeno descritta senza toccare la sensibilità di più di qualcuno.

    Dinanzi a quella scena le due ragazze si danno da fare. Non c’è tempo da perdere. Mettono in atto la procedura prevista, prima allertano la Forestale, poi gli uffici dell’Asrem, ma come spesso accade la burocrazia non sempre va d’accordo con la fretta e, allora, il tempo le due giovani volontarie decidono di non perderlo. Non possono, a quella piccola bestiola va data un’altra possibilità che qualche feroce essere ‘in-umano’ ha cercato di toglierle.

    Alessandra e Maura si fissano così negli occhi e senza bisogno di parlare si intendono al volo. Prendono una coperta e caricano il cane in macchina. In poco tempo sono dinanzi la porta del veterinario con il quale hanno già molti debiti. Il dottore le guarda e animato dalla stessa voglia delle ragazze di salvare la cagnetta, si dimentica perfino dei crediti che vanta nei loro confronti. Agisce immediatamente offrendole le cure del caso.

    Da ieri la bestiola, che nel frattempo per la grande famiglia degli animalisti del capoluogo è diventata Amy, è ricoverata nell’ambulatorio del dottor Pezzuto. La sua ferita è stata saturata e ha il drenaggio. Ma la lesione è ancora troppo grande, molto probabilmente in quel punto sulla strada che conduce a Cercemaggiore, Amy ci ha passato più di qualche giorno, senza che nessuno facesse niente per aiutarla. Una cosa che forse potrebbe non meravigliare nemmeno più di tanto, considerando che qualcuno volontariamente l’ha ridotta così, con una martellata o un colpo d’accetta sulla testa.

    Intanto, alla violenza e alla brutalità continua a fare da contrappeso la solidarietà dei numerosi volontari dell’Enpa e di chi deciderà di aiutare Amy. Per lei, dicono dall’Ente Protezione Animali, “la strada è ancora tutta in salita”, ma con il sostegno di tutti magari sarà più facile.

    La maratona per l’amica a quattro zampe è così già partita e sta facendo in queste ore il giro della rete e non solo.

    In questo momento anche un piccolo contributo economico può fare la differenza.

    Chiunque vuole dare una mano e sostenere le spese veterinarie per Amy può effettuare un bonifico alle seguenti coordinate bancarie:

    IT 34 G 05387 03800 000000559051
    Intestato a: ENPA SEZ. DI CAMPOBASSO
    causale: DONAZIONE PER AMY

    oppure tramite paypal all’indirizzo:

    campobasso@enpa.org
    causale: DONAZIONE PER AMY

    Per informazione è inoltre possibile contattare Maura al 3293048578

    Technorati Yahoo!

    votre commentaire



    Suivre le flux RSS des articles
    Suivre le flux RSS des commentaires