• Esondano i torrenti: strade chiuse, auto bloccate. Disastro alluvione: è emergenza

    Tutti gli aggiornamenti sulla situazione maltempo che sta mettendo ko il territorio. Critica la viabilità anche sulle strade principali. La Protezione Civile sconsiglia di mettersi in viaggio
    Le piogge torrenziali mandano in tilt viabilità e sicurezza del Straripa il Sinarca, auto in panne e campi allagati. La fondovalle chiusa al traffico dal pomeriggio di giovedì 5 marzo. Situazione critica anche al confine con l’Abruzzo: la Statale 16 all’altezza di san salvo verso nord registra disagi fortissimi e mezzi bloccati per l’esondazione del torrente Buonanotte. A Termoli giornata di caos e disagi. Alberi spezzati dalle raffiche di vento e carreggiate intransitabili, tetti e capannoni scoperchiati. Il parco comunale è completamente allagato, e il Comune ha deciso di chiudere tutti gli accessi per salvaguardare la pubblica incolumità. A rischio la sicurezza degli operai, rimandati a casa dalla Denso e dalla Pilkinton. Diverse le arterie interpoderali e minori chiuse per i fiumi di fango e detriti. Paura a RioVivo per le mareggiate che sono arrivate alle abitazioni. Forze dell’ordine, vigili del fuoco e protezione civile impegnati senza tregua in tutto il Bassomolise. I paesi dell’entroterra sotto la neve e senza elettricità. La situazione non migliorerà prima di sabato secondo gli esperti meteo.

     

    FUORI USO IL SEMAFORO DI PETACCIATO SULLA STATALE 16 

    20:49 - Non funziona da diverse ore il semaforo posizionato all’altezza di Petacciato lungo la strada statale 16. Si tratta di un disagio che si verifica di frequente e che aumenta la pericolosità dell’incrocio. Attualmente il semaforo è spento. Nessun disagio invece sul tratto di statale fra Termoli e Petacciato.

     

    ALBERO CADE SU UN’AUTO NEL PARCHEGGIO DI UN’AZIENDA

    20:27 - Un albero è caduto finendo addosso a una vettura parcheggiata. È successo nel pomeriggio fuori dallo stabilimento Pilkington di San Salvo marina. Per fortuna non si registrano feriti.

     

    CHIUSO SVINCOLO TANGENZIALE PER LA TORRETTA 

    20:01 - Nessun inconveniente particolare sulla tangenziale nord di Termoli, dove l’asfalto tiene bene rispetto alla tanta pioggia caduta in queste ore. Per chi viene da sud e intende svoltare verso la statale 16 all’altezza della rotatoria della Torretta c’è però una sbarra che impedisce il transito a causa dell’esondazione del torrente Sinarca.

     

    4 ALBERI CADUTI SU LINEA FERROVIARIA, ALTRI 4 PERICOLANTI SU SS87

    20:00 - Quattro alberi sul tracciato ferroviario, nel tratto dei binari tra Termoli e Campomarino e altri 4 pericolanti, sulla Statale 87, all’altezza dello Zuccherificio. Entrambe le emergenze sono state risolte nel pomeriggio con l’intervento della Polizia ferroviaria, della Polizia stradale e dell’Anas. Gli arbusti messi ko dal vento fortissimo sono stati rimossi dai binari e dalla carreggiata.

     

    PARCO DISASTRATO, SICUREZZA A RISCHIO: CHIUSI TUTTI GLI ACCESSI

    19:44 - Parco comunale messo in ginocchio dal maltempo: l’area verde della città è stata chiusa per motivi di sicurezza. Lo ha deciso il Comune dopo i sopralluoghi dell’ufficio tecnico e della Polizia municipale, per la salvaguardia dell’incolumità pubblica. 
    È pertanto vietato accedere al Parco comunale da qualsiasi punto e fino a nuova comunicazione da parte dell’Ente.

    La decisione è stata presa a causa degli allagamenti provocati dalle intense piogge e dallo straripamento del torrente Rio Vivo e dalla caduta di alcuni alberi e piante dovuta alle forti raffiche di vento.
    La situazione viene costantemente monitorata e nella giornata di domani si procederà con nuovi sopralluoghi.

     

    PALATA, ALBERI PERICOLANTI SU DISTRIBUTORE CARBURANTE

    19:30 - Disagi a Palata dove alcuni alberi pericolanti rischiavano di cadere su un distributore di carburante nel centro del paese. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e gli operai del Comune che hanno rimosso gli arbusti e hanno messo in sicurezza la zona. La pompa di benzina non ha riportato danni. Problemi ci sono, invece, lungo le strade dove si sono verificati frane e smottamenti.

     

    IL VENTO MANDA IN FRANTUMI LA VETRATA DEL CENTRO COMMERCIALE 

    19:15 - La vetrata dell’ingresso principale del centro commerciale "La fontana" a pezzi, a causa del forte vento. E’ accaduto nel primo pomeriggio di oggi - giovedì 5 marzo. Le raffiche fortissime hanno danneggiato l’ingresso della struttura che è stato messo in sicurezza e transennato.

     

    EVACUATE PILKINGTON E DENSO: OPERAI MANDATI A CASA

    19:04 - Operai della Pilkington e della Denso rimandati a casa. Questo il provvedimento urgente assunto nel pomeriggio di giovedì 5 marzo in entrambi gli stabilimenti della zona industriale di San Salvo, a pochissimi chilometri dal confine con il Molise e nei quali lavorano decine di operai e impiegati molisani. Per motivi di sicurezza è stato deciso che almeno fino a domani alle 14 i dipendenti saranno esentati da presentarsi sul posto di lavoro alla Pilkington, dove è stato addirittura deciso lo stato di evacuazione quasi totale.

     

    PARCO COME UNA MEGA PISCINA: COMPLETAMENTE ALLAGATO 

    19:01 - Scenario impressionante anche nel parco comunale di Termoli, completamente allagato. L’area verde è invasa dall’acqua, e il torrente che l’attraversa è ingrossato a dismisura. L’acqua ha ricoperto tutta la zona, con un colpo d’occhio davvero incredibile.

     

    ALLAGAMENTI FRA ABRUZZO E MOLISE, STATALE 16 INONDATA DALL’ACQUA

    18:55 - Allagamenti consistenti al confine tra l’Abruzzo e il Molise. La statale 16 è una sorta di fiume nella zona di San Salvo marina, dove ha esondato il torrente Buonanotte che segna il confine con Vasto. In entrambi i centri abruzzesi, i rispettivi sindaci hanno ordinato la chiusura delle scuole per la giornata di domani, 6 marzo. Vasto marina è allagata in molti punti e per chi proviene da Termoli o zone limitrofe, raggiungere l’Abruzzo tramite la statale è davvero difficile.

     

    ESONDA SINARCA, FONDOVALLE CHIUSA E AUTO IN PANNE 

    18:50 - La situazione più critica sulla fondovalle Sinarca, chiusa al traffico lperchè il torrente ha straripato in più punti inondando i campi e la strada, fino allo svincolo della tangenziale nord verso il lungomare. Auto e tir in panne, costretti a cambiare percorso. Emergenza per l’acqua che ha invaso non solo i terreni ma anche la strada e lo svincolo della tangenziale, dove auto e tir sono bloccati e costretti a cambiare percorso. Disagi e difficoltà alla circolazione stradale vengono segnalati anche sulla vecchia statale che collega Petacciato a Termoli. Soprattutto la zona più a valle, quella della rotatoria del Sinarca e dintorni, è caratterizzata da fango ai lati della strada e acqua che invade la carreggiata. La strada è stata chiusa al traffico, dal bivio per Termoli alla rotonda per Petacciato. Va un po’ meglio sulla statale 16, ma è la zona di Petacciato marina a far registrare altri problemi. Soprattutto sotto il ponte della ferrovia, fin da stamane, la carreggiata era completamente coperta d’acqua, anche a causa del mancato funzionamento a dovere dei canali di scolo, evidentemente ostruiti e incapaci per tutto l’inverno di far defluire l’acqua.

     

    BLACK OUT IN FIAT. PINO BLOCCA INGRESSO DAVANTI AI CANCELLI 

    18:49 - Il maltempo la causa di un guasto elettrico del centralino della Fiat Powertrain di Termoli, la più grande azienda molisana coi suoi circa 3mila dipendenti. Il black out, cominciato poco dopo le 13, ha tenuto ferme le linee produttive per oltre un’ora. In fabbrica si registrano problemi anche con i teli di copertura dei magazzini motori. Davanti all’ingresso principale un albero è stato abbattuto dal vento, che ha scoperchiato i capannoni e mandato alcuni vetri in pezzi.

     

    TANTE EMERGENZE, ALCUNE RISOLTE. CHIUSA VIA GIAPPONE 

    18:49 - Vigili urbani all’opera in diverse emergenze, su tutto il territorio cittadino, allertati dal Comune di Termoli. Rimosso l’albero che occupava la carreggiata in via Asia, mentre via Giappone è chiusa al traffico per due querce abbattute dal vento.Rimossi anche due alberi che sono caduti sull’asfalto tra viale San Francesc e Difesa grande. E’ stato eliminato anche il cartello pubblicitario che si trovava sulla carreggiata in via Pertini. Allertato l’istituto autonomo case popolari per le tegole spazzate via dal vento, sul tetto di un condominio di via dei Castagni, che hanno danneggiato un’auto in sosta.Ancora allagamenti al parco, mentre in via Trigno sono arrivati i tecnici del settore Lavori pubblici per l’esondazione del torrente Rio Vivo.

     

    ALBERI CADUTI E SEMAFORO FUORI USO PER IL VENTO 

    18:48 - Sulle strade alberi caduti e cartelloni pubblicitari piegati. In via Ionio, a Petacciato marina, un grosso pino ha ceduto bloccando la strada. Il disagio è limitato solo perché via Ioni è senza uscita, una strada cieca. Un pino è caduto anche sulla strada che porta a Nuova Cliternia da Campomarino, rendendo impossibile transitare. Chiamati i Vigili del Fuoco. E anche nella zona industriale di Termoli è caduto un albero. I vigili del Fuoco e le squadre del 115 sono impegnati su più fronti mentre le richieste di intervento piombano sul centralino con una frequenza che sale. Il semaforo di piazza del Papa, sempre nella città adriatica, è stato divelto dal vento, con i resti danneggiati che sono finiti sul marciapiede. In autostrada sulla rampa di uscita verso Termoli a sud è caduto un albero, e gli automobilisti sono rimasti in coda nell’attesa che venisse liberata la corsia. Il vento forte sta creando molti disagi e rende insidiosa la circolazione viaria.

     

    DIGA LISCIONE, PER ORA NON C’è ALLARME SUL LIVELLO DELL’ACQUA

    18:47 - Al momento il livello dell’invaso non desta preoccupazione. Viene costantemente monitorato dai tecnici di Molise Acque e si trova al di sotto della soglia di pre-allerta. Viene rilasciata acqua dalla galleria dello scarico di fondo. I controlli continuano per gestire il livello del lago artificiale ed eventuali afflussi che potrebbero arrivare con ulteriori precipitazioni.

     

    CONSORZIO AVVERTE: "NON METTETEVI IN VIAGGIO"

    18:47 - Il Consorzio di Bonifica Trigno-Biferno, considerato il rischio di possibili frane e smottamenti raccomanda di evitare, ove possibile, di mettersi in viaggio nei giorni del 5 e 6 marzo. Il presidente del Consorzio, Giorgio Manes, comunica di aver allertato tutte le strutture tecniche ed operative del Consorzio di Bonifica Trigno-Biferno, che lavoreranno in stretta sinergia con le altre strutture operative di pronto intervento della protezione civile, dei comuni e degli altri enti locali e pubblici.

     

    STRADE CHIUSE TRA MONTENERO, MONTECILFONE E PALATA

    18:46 - Situazione critica nel primo centro bassomolisano, dove le strade Chiatalonga e Mare-Collina querce grosse, che dalla costa porta verso il paese, Piana del Mulino, Cannivieri e Colle delle Ginestre sono state chiuse a causa degli allagamenti. A Montecilfone non si può transitare sulla Guardiola e Serramano, a Palata sull’audina.

     

    CADE UN PALO, TRE PAESI SENZA ELETTRICITA’ E DISAGI PER LA NEVE

    18:46 - Corrente elettrica a singhiozzo a Castelmauro, Palata e Acquaviva Collecroce. Un palo dell’Enel è caduto nei pressi di Acquaviva, abbattuto dal forte vento, e i cittadini si ritrovano senza corrente da diverso tempo. Continua a nevicare e i mezzi per lo sgombero neve, segnala un lettore, sono pochi: «I disagi cominciano a farsi sentire».

     

    LINEE TELEFONICHE IN TILT A COLLE MACCHIUZZO

    18:45 - Problemi nel quartiere alla periferia della città, dove da ore i telefoni sono fuori uso: da dopo mezzogiorno di oggi - giovedì 5 marzo - le comunicazioni sono saltate, con conseguenti disagi per i residenti. I Vigili del Fuoco sono intervenuti anche nella zona di passo San Rocco, dove è saltata la corrente elettrica.

     

    RIOVIVO, IL VENTO SPINGE IL MARE FINO ALLE CASE 

    18:45 - Il problema principale, ancora una volta, è a RioVivo dove i residenti di alcune strade ad alto rischio – una su tutte RioFondo, che qualche bontempone ha già ribattezzato via RioAffondo visti i numerosi precedenti– stanno facendo i conti confiumi di acqua, detriti e fango che hanno invaso giardini, spinto i cancelli e sono arrivati fino al piano terra. Le onde alte e la scogliera frangiflutti assolutamente insufficiente a contenere l’urto del mare nelle giornate peggiori, unitamente all’acqua che scende abbondante dal cielo, hanno creato a partire dalla tarda mattinata una situazione di emergenza che, come di consueto visto che il problema si presenta spesso, richiede l’intervento delle forze dell’ordine e la presenza di soccorsi per eventuali – e non escluse – evacuazioni di abitazione.

    LINK
    Statale 16 allagata - il VIDEO

    Le immagini nella galleria fotografica

    Technorati Yahoo!

    Tags Tags : , , , ,
  • Commentaires

    Aucun commentaire pour le moment

    Suivre le flux RSS des commentaires

    Vous devez être connecté pour commenter